fb01 lnk01 

Paolo Loffredo, sesta generazione di una numerosa famiglia di editori e librai impegnata dalla fine dell'Ottocento nella produzione e diffusione di libri, nel 2012 crea la nuova sigla editoriale Paolo Loffredo Editore. La sede storica è stata fino agli anni '80 nel cuore del centro storico di Napoli in via San Biagio dei Librai, Decumano inferiore e nota anche con il nome di SpaccaNapoli. Giuseppe Loffredo decide poi a inizio Novecento di affiancare alla vendita dei libri la produzione editoriale, che si afferma definitivamente nel secondo dopoguerra con la pubblicazione di manuali per l’Università e per la Scuola che riescono ad imporsi presto in tutta Italia.

Continua a leggere

Has no item to show!

ULTIMI EVENTI

LITTLE HANDBOOK ABOUT MEDIEVAL PHILOSOPHY

 Little Handbook2

La metodologia CLIL, rivolta alla Filosofia, e quest’anno svolta nella classe IV, sezione B, indirizzo linguistico, ha giocato un ruolo fondamentale non solo nel consolidamento delle competenze linguistiche della classe in­teressata, ma soprattutto ha avuto un impatto quasi miracoloso nell’avvici­namento degli studenti alla Filosofia, spingendo molti di essi ad affrontare l’affascinante avventura della scrittura.

 

Continua a leggere

Registrati alla Newsletter!

Riceverai solo email con offerte speciali
Privacy e Termini di Utilizzo

La salute dello straniero tra culture, disuguaglianze e linee d’intervento


ISBN: 978 88 940037 1 0
ISSN:
Lingua: Italiano
Editore: Paolo Loffredo Iniziative Editoriali Srl
Prezzo di vendita16,80 €
Sconto
Paese Spedizione
Articolo


Preloader

Anteprima Libro

La salute dello straniero tra culture, disuguaglianze e linee d’intervento

L’ambivalenza del pensiero dello straniero è vivida in ogni azione che compie nella società di arrivo e si riflette, per gli aspetti che qui si vogliono considerare, anche sulle questioni inerenti la sua salute; quest’ultima, infatti, deve essere intesa come prodotto, da un lato, di idee pregresse del corpo, della malattia, della cura, relative all’universo simbolico di appartenenza e, dall’altro lato, di idee acquisite nei contesti di cura e di assistenza della società di immigrazione. Il testo mette in evidenza come una riflessione sulla salute dello straniero debba necessariamente porsi oltre la questione delle supposte differenze “culturali” e l’idea di salute “medicalmente” intesa, intraprendendo una riflessione sui principali fattori che, lungo tutto il percorso di inserimento e d’integrazione nel paese di accoglienza, condizionano la capacità e la possibilità del migrante di prendersi cura di sé e della propria salute.

 Autore

Giuseppe Masullo è dottore di ricerca e assegnista presso il Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione dell’Università di Salerno. Svolge ricerca nel campo delle rappresentazioni sociali, della salute, delle dinamiche culturali nelle relazioni di cura. Tra i suoi titoli: Una teoria di confine: le rappresentazioni sociali (Loffredo, 2013) Attraverso gli occhi dei medici. La salute dello straniero fra rappresentazioni e competenze professionali (FrancoAngeli, 2010); con Saccheri T. e Diana P., Identità in movimento. Medici di medicina generale e terapie non convenzionali (Loffredo, 2012).


Copyright © 2018