fb01 lnk01 

Adopción e Ideología


ISBN: 978 88 32193 00 8
ISSN: 2166 - 1349
Lingua: Spagnolo
Editore: Paolo Loffredo Editore Srl
Prezzo di vendita18,00 €
Sconto
Paese Spedizione
Articolo


Preloader

Anteprima Libro

Adopción e Ideología.  Estrategias lingüístico-argumentativas en el discurso de la prensa franquista (1936-1959)

A partire dal 2008, anno successivo all’approvazione della Ley de Memoria histórica, e a seguito di numerose proteste e denunce, scoppia in Spagna lo scandalo dei “niños robados”. Si tratta di bambini sottratti ai legittimi genitori e affidati alle cure di altre famiglie.
Le origini del cosiddetto “robo de niños” sono da ricercare in motivazioni ideologiche che risalgono agli anni della Guerra Civile spagnola e ai primi anni della dittatura di Franco.
Secondo gli ideologi del regime era necessario non solo proteggere, ma anche salvare i bambini di coloro che aderivano ad una diversa ideologia politica considerata ‘errata’: quella dei nemici repubblicani. Tale obiettivo fu raggiunto attraverso la costruzione di un complesso sistema giuridico-amministrativo volto a regolare ad hoc le pratiche adottive in modo da dare in adozione i “figli dei rossi” (hijos de los rojos) a persone considerate idonee ad educare i bambini¬, ‘il futuro della Spagna’, secondo gli ideali politici, morali e religiosi su cui si basava il regime franchista.
Le autorità non imposero le adozioni, ma attraverso strategie propagandistiche persuasero molte famiglie che si trattasse di una pratica corretta e patriottica, realizzata nel rispetto di leggi giuste. Il discorso sull’adozione fu diffuso e pubblicizzato con ogni mezzo di comunicazione a disposizione delle istituzioni franchiste, in particolare, tramite la stampa.
Il presente studio si concentra sull’analisi delle strategie linguistiche e argomentative di 192 articoli di giornale che trattano il tema dell’adozione, pubblicati in Spagna fra il 1936 e il 1959 e provenienti da 15 diverse testate.
Analizzati i presupposti ideologici su cui poggiano le argomentazioni presentate nel discorso della stampa filo-governativa a favore delle sue tesi, la ricerca si sviluppa sulla base delle teorie contemporanee sull’argomentazione, tenendo conto, al tempo stesso, delle teorie dell’analisi critica del discorso che considera la posizione di potere delle istituzioni che perpetuano il discorso al fine di diffondere la loro ideologia e rimanere al potere.

Autore

Sara Longobardi è Doctor Europaeus in “Economia Quantitativa ed Eurolinguaggi per la Sostenibilità del benessere”. Ha discusso una tesi dal titolo “La variación denominativa en la terminología de las adopciones y de los niños robados en la jurisprudencia y en la prensa españolas de 1936 a 1975”. Insegna Lingua e traduzione spagnola presso le Universtà di Napoli “L’Orientale”, “Parthenope e “Suor Orsola Benincasa”. Ha partecipato a diversi convegni nazionali ed internazionali. Le sue pubblicazioni, sia in volume che su riviste internazionali, riguardano lo studio del lessico, l’analisi della terminologia giuridica, della terminologia riguardante le tradizioni della regione Campania e del lessico pubblicitario. I suoi interessi scientifici si concentrano sulla ricerca nell’ambito dello studio dei linguaggi e terminologie specialistiche in in lingua spagnola, anche in prospettiva di analisi contrastiva spagnolo-italiano, dell’analisi del discorso, delle strategie argomentative e dell’analisi della conversazione in lingua spagnola.


Copyright © 2018